ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish
Versione normale Versione Ipovedenti

LEGGENDA
leggenda mobilità Mobilità
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni, autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico sicurezza e comfort 

leggenda vista
Vista 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda udito
Udito 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda gusto
Gusto 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni sulla composizione dei cibi, disponibilità di cibi specifici, possibilità di personalizzare orari per pasti possibilità di personale medico reperibile, sicurezza e comfort 

verde accessibile Accessibile
giallo accessibile parzialeAccessibile parziale
rosso non accessibileNon accessibile
grigio informazioni mancantiInformazioni mancanti
Castello Ursino-Museo Civico

Bene Storico 
Sicilia , Catania , Catania

Le nostre valutazioni di accessibilità del bene

mobilità livello trevista livello dueudito livello unoristorazione livello due

Orari:
Dal Lunedì al Sabato 9-13 / 15-19
Domenica e festivi chiuso

Per informazioni:
www.comune.catania.it
www.icastelli.it


Biglietteria:
Gratuito
Visite guidate per gruppi e scuole su prenotazione, tel. 095345830 - fax 0957233568

Recapiti:
Tel.:095 345830
Fax:095 7233568 Come Arrivare Pubblico:
Dall’'Aeroporto Internazionale di Catania “Fontanarossa”: le linee AST collegano l'’aeroporto di Catania con il centro della città dalle ore 5:00 alle 24:00
Dalla Stazione dei pullman di Palermo: le linee SAIS collegano la città di Palermo e la città di Catania
Dalla Stazione dei pullman di Messina: le linee SAIS collegano la città di Messina e la città di Catania

Come Arrivare Privato:
Dall’'Aeroporto Internazionale di Catania “Fontanarossa”: percorrere la tangenziale E45 in direzione Messina e imboccare la circonvallazione per Catania
Da Palermo: imboccare l’autostrada A19, che collega direttamente la città di Palermo e la città di Catania
Da Messina: imboccare l’autostrada A18, che collega direttamente la città di Messina e la città di Catania


Il Castello Ursino si trova nell'omonima piazza (altrimenti detta Federico di Svevia,) nel cuore del centro storico della città.
Attraversando la piazza, dopo circa 50 metri, si arriva al piazzale d'ingresso presso il quale il visitatore trova una guida tattilo-plantare ed una mappa tattile in braille e testo con la riproduzione del bene oggetto della visita.
I percorsi interni sono resi agevoli grazie a delle rampe che consentono il superamento delle soglie e dei dislivelli presenti all'interno del complesso museale.


E' possibile raggiungere il piano superiore per mezzo della scala esterna, o per mezzo dell' ascensore.





Informazioni turistiche
Eretto nel 1239 dall' architetto militare Riccardo da Lentini per volere di Federico II di Svevia, nel tempo ha subito numerosi rifacimenti e restauri. Inizialmente si ergeva sul mare, proprio dove si estendeva l'antico porto saraceno, su un promontorio che dominava il centro urbano.
Il nome deriva, probabilmente, dal latino Castrum Sinus (castello del golfo). Il lato meridionale doveva, infatti, essere munito di un passaggio che collegava il porto al castello, ma che gli scavi archeologici non hanno ancora portato alla luce.
Vi abitarono parlamentari e re aragonesi, tra i quali Giacomo d?Aragona e la Regina Maria, figlia di Federico III aragonese e della Regina Bianca di Navarra.


La struttura a pianta quadrata è costruita intorno a un cortile scoperto. Su tre lati del cortile si aprono tre grandi sale rettangolari, una per ciascun lato.  Sul lato orientale vi sono tre sale centrali e due, alle estremità, di raccordo. Agli angoli del castello si ergono quattro torri cilindriche, mentre nei punti medi di ciascun lato si ergevano quattro torri semicilindriche più piccole, delle quali sono sopravvissute al terremoto del 1693 solo le due del lato nord e del lato ovest.


Dalle sale rettangolari è possibile accedere alle torri mediane rimaste integre, mentre alle torri angolari si accede da quattro piccoli ambienti a pianta quadrata. Ne risulta un percorso continuo e dal ritmo regolare, incernierato attorno al cortile, costituito dal susseguirsi di otto ambienti.


Le torri angolari, circolari all'esterno, risultano a pianta ottagonale all'interno, sormontate da volte a ombrello. Studioso della matematica e dell'astronomia, Federico II ha probabilmente voluto che la costruzione avesse un chiaro riferimento alla cabala (forma di mistica esoterica per rivelare il Creatore agli esseri creati). L'ottagono è infatti il risultato dell'intersezione di un cerchio, che rappresenta il potere divino, con un quadrato, che simboleggia il potere temporale. La figura ottagonale allude al potere divino sulla terra dell'imperatore.






 

 


Hai visitato questo sito? Lascia la tua recensione sul livello di Accessibilità. Grazie.

Nessun commento
Aggiungi il tuo commento
Nome completo
Email
Commento

ACCESSIBILITA' DEL SITO

Presente
Ampia disponibilità nel reperire informazioni : Presente

Presente
Ampia disponibilità degli orari di visita: Presente

presente
Possibilità di raggiungere il bene con mezzi pubblici di trasporto: presente

presente
Agevole avvicinamento alla struttura (presenza di rampe, pendenza massimo del 5%): presente

presente
Parcheggi riservati: presente

presente
Mappa tattile del percorso posizionata all'ingresso: presente

presente
Ingresso privo di ostacoli e opportunamente segnalato: presente

presente
Servizio di accoglienza opportunamente qualificato per l'accoglienza di soggetti diversamente abili: presente

non presente
Distribuzione su richiesta di audioguide: non presente

presente
Distribuzione supporti cartacei (locandine-brochure-depliant): presente

non presente
Distribuzione supporti cartacei realizzati con disegni a rilievo, testi con caratteri in nero e Braille: non presente

presente
Percorsi Orizzontali Interni-Agevoli e presenza di Rampe: presente

presente
Percorsi verticali-ascensori: presente

non presente
Esposizione di calchi e modellini dell'area e dei suoi elementi più rilevanti: non presente

presente
Servizi igienici a norma per handicap: presente

non presente
Servizio di ristorazione interno: non presente

non presente
Servizio di pronto soccorso e assistenza clienti: non presente

non presente
Servizio di ristorazione esterno per celiaci: non presente

Presente
Servizio di ristorazione esterno: Presente

Fondazione Giovanni Amato Onlus socio ENAT



N. Visite: 447086


  • Copyright © 2011-2013. All Rights Reserved.
    Progetto web sviluppato da Wabi Media CT