ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish
Versione normale Versione Ipovedenti

LEGGENDA
leggenda mobilità Mobilità
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni, autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico sicurezza e comfort 

leggenda vista
Vista 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda udito
Udito 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda gusto
Gusto 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni sulla composizione dei cibi, disponibilità di cibi specifici, possibilità di personalizzare orari per pasti possibilità di personale medico reperibile, sicurezza e comfort 

verde accessibile Accessibile
giallo accessibile parzialeAccessibile parziale
rosso non accessibileNon accessibile
grigio informazioni mancantiInformazioni mancanti
Castello Maniace

Bene Storico 
Sicilia , Siracusa , Siracusa

Le nostre valutazioni di accessibilità del bene

vista livello unomobilità livello dueudito livello unoristorazione livello uno

Orari:
Apertura ore 9.00 - 13.00


Biglietteria:


Recapiti:
Tel.:0931.4508218
E-Mail:soprisr@regione.sicilia.it




Nessuna informazioni aggiuntiva.


Scheda compilata da:
Carla Guzzone (sopricl.uo8@regione.sicilia.it)




Informazioni turistiche
A difesa del porto naturale di Ortigia il comandante bizantino Giorgio Maniace fece costruire nel 1038 un forte, che venne poi trasformato in castello da Federico II. Esso infatti venne realizzato dall'architetto Riccardo da Lentini tra il 1232 e il 1240 su incarico di Federico II. Nel 1288 vi dimorò con la famiglia il re Pietro III d'Aragona.
Nel 1321 vi si convocò il Parlamento siciliano che sancì l’eredità del figlio di Alfonso III di Aragona, Federico III di Aragona. Nel periodo in cui Siracusa fu sede della Camera Reginale (1305–1536) il castello ha ospitato le Regine Costanza d'Aragona nel 1362, Maria d'Aragona nel 1399, Bianca d'Aragona nel 1416, e l’ultima che ebbe in dominio la Città, Germana de Foix, seconda moglie, vedova di Ferdinando il Cattolico. Nel 1540 qui alloggiò anche l’ammiraglio Andrea Doria durante la spedizione organizzata da Carlo V contro i Musulmani.
Per quasi tutto il XV secolo il Castello era una prigione. Alla fine del XVI secolo, il Castello Maniace diventa un punto nodale della cinta muraria di Ortigia. Il 5 novembre 1704, una furibonda esplosione avvenuta nella polveriera sconvolge l'edificio. Brani di crociere e blocchi di calcare vengono lanciati nel raggio di diversi chilometri. Negli anni successivi si appresta la ricostruzione, che lascia intatte le parti rovinate dall'esplosione, mentre si creano tamponature per la realizzazione di magazzini. In età napoleonica il Castello rivive con funzioni militari e viene munito di bocche da cannone. Nel 1838, a salvaguardia dei moti che stavano scatenadosi in tutto il regno, i borbonici di Ferdinando vi innalzano una casamatta. Dopo l'unificazione d'Italia esso rimane una struttura militare.
Ad oggi dopo un lungo restauro, e la smilitarizzazione dalla storica caserma dell'Esercito, il monumento è tornato alla pubblica fruizione. Negli ultimi anni infatti oltre all'apertura al pubblico è stato sede di spettacoli dell'Ortigia Festival, nonché sede del G8 ambientale alla presenza dei ministri dell'ambiente dei paesi industrializzati.
[informazioni tratta da Wikipedia]




 

 


Hai visitato questo sito? Lascia la tua recensione sul livello di Accessibilità. Grazie.

Nessun commento
Aggiungi il tuo commento
Nome completo
Email
Commento

ACCESSIBILITA' DEL SITO

presente
Possibilità di raggiungere il bene con mezzi pubblici di trasporto: presente

presente
Parcheggi riservati: presente

presente
Servizio di accoglienza opportunamente qualificato per l'accoglienza di soggetti diversamente abili: presente

non presente
Mappa tattile del percorso posizionata all'ingresso: non presente

presente
Ingresso privo di ostacoli e opportunamente segnalato: presente

non presente
Distribuzione su richiesta di audioguide: non presente

presente
Distribuzione supporti cartacei (locandine-brochure-depliant): presente

non presente
Distribuzione su richiesta di audioguide: non presente

presente
Percorsi Orizzontali Interni-Agevoli e presenza di Rampe: presente

presente
Agevole avvicinamento alla struttura (presenza di rampe, pendenza massimo del 5%): presente

non presente
Esposizione di calchi e modellini dell'area e dei suoi elementi più rilevanti: non presente

presente
Servizi igienici a norma per handicap: presente

non presente
Servizio di ristorazione interno: non presente

Presente
Ampia disponibilità nel reperire informazioni : Presente

Presente
Ampia disponibilità nel reperire informazioni sull'accessibilità del bene in oggetto: Presente

non presente
Percorsi verticali-ascensori: non presente

presente
Percorsi verticali-Scale con gradini dagli angoli smussati : presente

non presente
Servizio di pronto soccorso e assistenza clienti: non presente

Fondazione Giovanni Amato Onlus socio ENAT



N. Visite: 399368


  • Copyright © 2011-2013. All Rights Reserved.
    Progetto web sviluppato da Wabi Media CT