ArabicChinese (Simplified)EnglishFrenchGermanItalianRussianSpanish
Versione normale Versione Ipovedenti

LEGGENDA
leggenda mobilità Mobilità
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni, autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico sicurezza e comfort 

leggenda vista
Vista 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda udito
Udito 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni autonomia dei movimenti, minimo sforzo fisico garanzia dell'orientamento, sicurezza e comfort 
leggenda gusto
Gusto 
Esigenze dell'utenza: chiarezza di informazioni sulla composizione dei cibi, disponibilità di cibi specifici, possibilità di personalizzare orari per pasti possibilità di personale medico reperibile, sicurezza e comfort 

verde accessibile Accessibile
giallo accessibile parzialeAccessibile parziale
rosso non accessibileNon accessibile
grigio informazioni mancantiInformazioni mancanti
Torre di Federico II e villa

Bene Storico 
Sicilia , Enna , Enna

Le nostre valutazioni di accessibilità del bene

mobilità livello duevista livello unoudito livello unoristorazione livello due

Orari:
sempre chiuso per informazioni
Infopoint Turismo Enna: via roma 413 - 94100;


Biglietteria:


Recapiti:
Tel.:0935 50 23 62
Fax:0935 504349
E-Mail:infopoint@provincia.enna.it




La Torre Federiciana, visitabile solo esternamente, è raggiungiubile superando lo spiazzale del parcheggio, e percorrendo un lungo viale alberato, in salita, che si trova all'interno della villa. Il percorso che conduce alla torre può essere effettuato o percorrendo il viale che costeggia il parco, o percorrendo le scale che si trovano sulla destra del cancello di ingresso, e che conducono direttamente alla sommità del sito. Il fondo del viale è in cemento, ed è in condizioni discrete. Le scale sono in pietra, in discreto stato di manutenzione.
Terminato il percorso in salita, ci si ricongiunge ad un vialetto con fondo in pietrame che conduce all'ingresso della Torre di Federico, circondata da un fossato di circa 2 metri di profondità, e da un prato che ospita panchine per la sosta e giochi per bambini..





Informazioni turistiche

La Torre di Federico II, uno dei maggiori monumenti federiciani
conservatisi nel nostro Paese, secondo tradizione fu un'opera di
Riccardo da Lentini e residenza estiva dell'imperatore svevo, prediletta
dal sovrano durante le sue permanenze in Sicilia. Le sue origini, secondo recenti studi, risalgono alla metà del
XIII secolo, ovvero all'età manfrediana, fattore quest'ultimo che
avvalora la tesi che a volerla e ad abitarvi fu il Federico svevo
piuttosto che l'omonimo aragonese. Altro argomento a sostegno dell'origine sveva del monumento è
l'inconfondibile impianto geometrico che caratterizza gli altri castelli
di Federico II di Svevia, di cui la Torre di Enna è un mirabile esempio
a detta di numerosi esperti. Fonti storiche accertano che gli antichi astronomi abbiano disegnato
proprio dalla cima della Torre ennese il sistema viario siciliano nonché
la suddivisione amministrativa vigente nel medioevo, nelle tre "valli". Un altro aspetto carico di significato simbolico che aleggia
sulla severa struttura, riguarda la disposizione delle sue feritoie,
che, assumendo un tracciato a croce latina, rappresenterebbero ciascuna
antichi castelli e rovine della Sicilia. Né è casuale la forma ottagonale, cioè derivante dalla rotazione
di un quadrato che, appunto, rappresenta la rosa dei venti. Nel Medioevo la Torre di Federico rappresentava, assieme al Castello
di Lombardia, il maggiore baluardo difensivo dell'allora Castrogiovanni,
città che, grazie all'antichissima fortezza erettavi tremila anni
orsono dai Sicani, l'attuale Castello, fu definita dai Romani l' Urbs
Inexpugnabilis. Sia il Castello che la Torre erano le "vedette" l'uno del settore
orientale della mitica città imprendibile dell'epoca, l'altra di quello
occidentale, all'epoca disabitato.A collegarli fu attiva per lunghi secoli una suggestiva galleria
scavata nella roccia sotto la città, che, avendo ingresso (oggi chiuso
per ragioni di sicurezza) al Castello di Lombardia, sbuca sul dosso sul
quale si eleva la Torre: una funzione militare d'indiscutibile rilievo,
cui subentrò, nel 1943, quella di rifugio ideale e al limite del
leggendario per il popolo ennese che cercava rifugio dai bombardamenti
alleati. Ma la Torre era soprattutto una residenza estiva per
l'imperatore, che ivi convocò il primo Parlamento Siciliano, evento
replicato nel '400, due secoli più tardi.



http://www.provincia.enna.it/infopoint.htm


 

 


Hai visitato questo sito? Lascia la tua recensione sul livello di Accessibilità. Grazie.

Nessun commento
Aggiungi il tuo commento
Nome completo
Email
Commento

ACCESSIBILITA' DEL SITO

Non Presente
Ampia disponibilità degli orari di visita: Non Presente

presente
Possibilità di raggiungere il bene con mezzi pubblici di trasporto: presente

non presente
Agevole avvicinamento alla struttura (presenza di rampe, pendenza massimo del 5%): non presente

presente
Parcheggi riservati: presente

non presente
Mappa tattile del percorso posizionata all'ingresso: non presente

presente
Ingresso privo di ostacoli e opportunamente segnalato: presente

non presente
Servizio di accoglienza opportunamente qualificato per l'accoglienza di soggetti diversamente abili: non presente

non presente
Distribuzione su richiesta di audioguide: non presente

non presente
Distribuzione su richiesta di audioguide: non presente

non presente
Distribuzione supporti cartacei (locandine-brochure-depliant): non presente

non presente
Distribuzione supporti cartacei realizzati con disegni a rilievo, testi con caratteri in nero e Braille: non presente

non presente
Percorsi Orizzontali Interni-Agevoli e presenza di Rampe: non presente

non presente
Percorsi verticali-ascensori: non presente

non presente
Esposizione di calchi e modellini dell'area e dei suoi elementi più rilevanti: non presente

non presente
Esposizione di calchi e modellini dell'area e dei suoi elementi più rilevanti: non presente

non presente
Servizi igienici a norma per handicap: non presente

non presente
Servizio di ristorazione interno: non presente

non presente
Servizio di pronto soccorso e assistenza clienti: non presente

non presente
Servizio di ristorazione esterno per celiaci: non presente

Presente
Servizio di ristorazione esterno: Presente

Fondazione Giovanni Amato Onlus socio ENAT



N. Visite: 447018


  • Copyright © 2011-2013. All Rights Reserved.
    Progetto web sviluppato da Wabi Media CT